Hai scelto
Modifica le tue scelte
offerte e novità
Carta dei vini

Descrizione generale di vino e territorio dell’Aglianico Docg

L’Aglianico è un pregiato vino rosso Campano con una lunga tradizione. Nasce sulle colline dell’Irpinia dall’omonimo vitigno; questo ha dimostrato un notevole adattamento a tutte le particolari caratteristiche pedoclimatiche. Le sue uve qui raggiungono uno straordinario livello di maturazione, esprimendosi poi in vini di altissima eleganza perfettamente bilanciati e di notevole gradevolezza. Infatti, l’Irpinia si caratterizza per un particolare microclima con forti escursioni termiche tra giorno e notte il che ne fa un territorio ideale per la coltivazione dei grandi vini irpini perché ne favorisce il giusto grado di maturazione delle uve senza alterarne il livello zuccherino.

Il Vitigno di Aglianico dal quale si produce con uvaggio puro al 100% il fantastico vino rosso Aglianico DOCG, che sulla nostra enoteca online puoi trovare ad un fantastico prezzo, ha origini Greche. In Italia si trova soprattutto nelle province di Avellino, ma anche nei territori limitrofi. Questo caratteristico vitigno predilige i terreni vulcanici; per questo in Irpinia offre i migliori risultati. Col vitigno Aglianico si producono grandi vini, come ad esempio anche il famosissimo Taurasi DOCG. I vini prodotti con l'Aglianico si prestano ad affinamenti in botti di legno, siano esse grandi siano barrique. L'affinamento in legno tende ad alleviare il tannino sprigionato soprattutto dai vini giovani e contribuisce ad addolcire il prodotto rendendolo fine, armonico e prestigioso.

Le sue caratteristiche varietali evidenziano una foglia allungata di media grandezza e orbicolare. Il grappolo è generalmente di forma medio-piccola di forma cilindrica e spesso con una pronunciata ala. La sua consistenza è molto compatta. L’acino, di colore Nero, violaceo intenso alla luce del sole diretta, è anch’esso di piccole dimensioni e di forma ellissoidale. La buccia è fortemente pruinosa e per questo sottile anche se resistente. La produzione è tendenzialmente abbondante e costante negli anni. L’allevamento più indicato è quello in “Controspalliera” anche se le altre forme di coltivazione vanno ugualmente bene.

Vinificato restituisce un vino dal colore rosso intenso rubino, fruttato, fresco e tannico. Ben strutturato e adatto all’invecchiamento. Le denominazioni in cui questo uvaggio è presente in purezza oppure in percentuale rispetto ad altri uvaggi sono per la regione Campania il vino dei Campi Flegrei DOC, il Cilento DOC, il Costa d'Amalfi DOC, il Falerno del Massico DOC, Galluccio DOC, Irpinia DOC, Penisola Sorrentina DOC, Sannio DOC, Vesuvio DOC. Quelli con la certificazione IGT dove l’Aglianico costituisce una componente importante sono invece il vino Benevento o Beneventano IGT, il Campania IGT, Colli di Salerno IGT, Dugenta IGT, Epomeo IGT, Paestum IGT, Pompeiano IGT, Roccamorfina IGT, Terre del Volturno IGT. È inoltre possibile trovare altre etichette vinificate con l’Aglianico anche in altre regione meridionali italiane come la Calabria e la Puglia, ma anche il Molise e la Basilicata soprattutto per le denominazioni DOC. In queste regioni però il vitigno è stato trapiantato seppur anticamente, in un secondo momento, avendo riscontrato caratteristiche geologiche e climatiche ottimali.

 

Le uve con le quali si produce il vino rosso Aglianico Docg

Il Vino Rosso di Aglianico DOCG è prodotto con la vinificazione in purezza di uve di Aglianico. Il vitigno si trova a suo agio nelle zone fredde di alta quota dove non evidenzia problemi per la precocità del suo ciclo biologico. Soprattutto in Campania, ma anche nelle altre regioni viene allevato con il sistema dell'alberello a potatura corta. Questo metodo garantisce una buona resistenza al freddo, e una bassa sensibilità alle malattie. Sin dalla vendemmia gli acini, dotati di intenso colore e ricca concentrazione, sono posti a fermentare in vasche inox a temperatura controllata, con una lunga macerazione sulle bucce al fine di ottenere un sontuoso ma equilibrato corredo polifenolico. Il vino ottenuto è poi lungamente elevato in barriques di rovere francese dove viene fatta svolgere fermentazione malolattica. Le uve selezionate sono vinificate con una macerazione lunga in media 8 giorni. A fermentazione alcolica e malolattica ultimata, il vino viene lasciato maturare in piccoli fusti di rovere americano per 8 mesi, con successivo idoneo affinamento in bottiglia.

 

Analisi del vino Aglianico Docg

Alla Vista questo vino rosso Campano

Il vino è di colore rosso rubino intenso. Molto scuro ed austero, non si lascia facilmente attraversare dalla luce.

 

A naso l’Aglianico Docg

All’esame olfattivo restituisce aromi di ciliegia marasca, prugna e frutti di bosco, cui si aggiungono note speziate. Aromi che ricordano la mora, il ribes, l'amarena matura con piacevole note speziate e vaniglia.

 

Al palato questo vino rosso

Al sorso, il gusto è secco, di grande struttura ed eleganza, una bella espressione di tannini morbidi, persistente ed equilibrato. In generale il sapore è morbido, completo al palato con tannini vellutati e persistente.

 

Temperatura di sevizio e bicchiere consigliato.

Il vino, dopo una breve ma necessaria decantazione (circa mezz’ora massimo 1 ora) in grado di garantire una buona ossigenazione dopo l’invecchiamento deve essere servito alla temperatura di 16° gradi centigradi, massimo 18° gradi centigradi.

Il bicchiede da utilizzare è il “Bordeaus Rosso” in grado di concentrare all’interno della campanula i profumi intensi di frutta rossa.

 

Abbinamenti consigliati con questo vino Campano

L’Aglianico DOCG vino rosso della regione Campania, è un vino di grande pregio, importante, che predilige abbinamenti come primi piatti di terra. È l’idelae anche con carni rosse, arrosti, salumi e formaggi stagionati. Si abbina amorevolmente anche con le minestre, a base di carne, con i salumi, le carni bianche, gli arrosti o la carne bianca e rossa in umido. Anche i formaggi di media stagionatura si abbinano bene all’ Aglianico.