Hai scelto
Modifica le tue scelte
Carta dei vini

Descrizione generale di vino e territorio del Ribolla Gialla Doc

Il Vino BiancoRibolla Gialla DOC”, L’oro al Palato (si dice nei piccoli comuni locali in cui viene prodotto) è un pregiato vino bianco fermo friulano, prodotto in provincia di Gorizia, le cui origini risalgono a molti secoli orsono. La particolarità di questo vino è il fatto di essere prodotto esclusivamente con uve prodotte da un vitigno autoctono, il “Ribolla Gialla” appunto, delle cui origini si sa ben poco. Secondo alcuni questo vitigno deriva dalle uve Robola, provenienti dall’isola di Cefalonia, che vennero portate nel territorio friulano dai mercanti veneziani ai tempi della Serenissima. Altre teorie invece affermano che questo vitigno sia ben più antico, e che sia stato introdotto in Friuli all’epoca dell’impero romano. La versione più accreditata è comunque quella che vede l’orgine del prezioso vitigno all’epoca dei romani, che lo coltivarono per la prima volta sulle colline attorno a “Rosazzo”. In Slovenia e Croazia, subito al dilà del confine prende il nome di “Rebula”, e si ritiene che la sua origine fosse proprio nelle isole meridionali della Dalmazia o più a sud fino a Cefalonia. Da qui alcuni ritengono che sia stato importato in Friuli ad o pera di mercanti veneziani in epoche più recenti, ossia attorno al 1100. Il suo territorio di massima espressione è comunque la zona collinare tra Udine e Gorizia, quindi nelle denominazioni DOC Isonzo, Collio e Friuli Colli orientali e nella Rosazzo DOCG. Eccellenti risultati dà anche la “Rebula” del Collio Sloveno. Il vitigno Ribolla gialla non si è mai diffuso in pianura, prediligendo terreni asciutti e collinari dove dà origine a vini intensi e strutturati. Probabilmente non si riuscirà mai a gettare piena luce sulle origini antiche del Ribolla Gialla, dal momento che il primo riferimento scritto risale “solo” al XIII secolo. Sono stati infatti ritrovati, negli archivi storici friulani, alcuni documenti che citano i vini prodotti localmente, detti “Rabiola del Collio”, esaltandone le qualità. Il riconoscimento della Certificazione di Origine Controllata DOC è giunto nel 1990. Per questo motivo, tutto ciò che concerne la produzione del vino Ribolla Gialla DOC è contenuto nel Disciplinare relativo al “Collio Goriziano” o “Collio DOC”.

A tal proposito va evidenziato che l'area di produzione DOC “Colli orientali del Friuli” viene definita dal disciplinare del 1970 e si estende territorialmente lungo la fascia collinare orientale della provincia di Udine a ridosso del confine con la Slovenia. I rilievi collinari di questa zona hanno un'origine comune che li rende omogenei e rappresentano l'esito di una storia geologica molto complessa di ben 40 milioni di anni fa, quando erano sommersi dalle acque del mare. Oggi questi terreni sono particolarmente adatti alla coltivazione della vite, e godono di un clima ideale, riparati dalle fredde correnti del nord dalle Alpi Giulie, e ventilati dolcemente dal mare Adriatico. Tra queste colline la Ribolla Gialla trova la sua migliore espressione. È proprio in questi luoghi che il vitigno vigoroso del Ribolla Gialla, dal germogliamento e maturazione tardive, regala risultati sorprendenti.

 

Vini affini e prodotti con le stesse uve del vino Ribolla Gialla Doc

Altre tipologie di vino prodotte con il vitigno di ribolla Galla sono il “Ribolla Gialla IGT” e lo “Spumante Ribolla Gialla Brut”.

 

Le uve con le quali si produce il vino Bianco Ribolla Gialla Doc

L’uvaggio utilizzato per la produzione del Ribolla Gialla DOC sono naturalmente quelli del vitigno Ribolla Gialla vinificato puro al 100%.

I Caratteri varietali del vitigno Ribolla Gialla mettono in luce un acino giallo di misura medio-grande, lievemente schiacciato alle estremità, ricoperto da una buccia abbastanza consistente ma non troppo spessa e ricca di pruina, puntinata su tutta la superficie. La polpa ha un sapore lievemente dolciastro. Il grappolo è di medie dimensioni, ha una forma cilindrica, leggermente piramidale grazie alle piccole ali che si sviluppano al cippo ed è di media compattezza. Le foglie sono di medio – grande dimensione, orbicolari, con pagine superiori lisce e di colore verde luminoso. La vendemmia delle uve Ribolla Gialla, effettuata in modo rigorosamente manuale, inizia intorno alla fine di settembre per concludersi entro le prime settimane di ottobre.

Il metodo di produzione tradizionale prevede che il Ribolla Gialla DOC si ottiene dalla pressatura lieve delle uve appena raccolte, che vengono successivamente lasciate fermentare. Prima dell’imbottigliamento il vino viene inoltre sottoposto ad un affinamento, della durata di circa sei mesi, che avviene all’interno di particolari vasche di acciaio inox. La produzione massima per ettaro è pari a 110 quintali di uva, mentre la resa in vino delle uve è fissata ad un massimo del 70%. Il Ribolla Gialla DOC è un vino che non si presta particolarmente bene all’invecchiamento. Proprio per questa sua peculiarità è in grado di esprimersi al meglio entro due anni dalla produzione. Il procedimento tecnico per la produzione prevede che dopo la pigiatura e la diraspatura si effettua una pressatura soffice e lunga, quindi si procede con la decantazione statica a freddo del mosto. In seguito con l’ausilio di lieviti selezionati si fa fermentare il mosto per due settimane ad una temperatura controllata di 17° massimo 18°. Seguono sei mesi di affinamento in vasche d’acciaio, durante le quali si effettuano periodiche operazioni di “batonnage” (rimettere in sospensione i residui di feccia depositati sul fondo e in fase di fermentazione) delle fecce fini. In primavera a seguito della filtrazione si procede con l’imbottigliamento e dopo un mese destinato al riposo, il vino viene messo in vendita.

 

Analisi del vino Biano Ribolla Gialla Doc

Per via delle sue caratteristiche organolettiche e dell’eccellente qualità, il Ribolla Gialla DOC è considerato uno dei fiori all’occhiello della produzione vitivinicola friulana.

 

Alla Vista questo Vino Friulano

Si presenta con un colore Giallo Paglierino e con intensi riflessi verde chiaro.


A naso questo vino Bianco

All’analisi olfattiva il profumo è piacevolmente floreale e fruttato, molto elegante, e richiama al mela verde, al pesca gialla e il limone. Risulta delicatamente floreale, di campo primaverile, nelle versioni più raffinate ed affinate.

 

In bocca il Ribolla Gialla Doc

Al sorso esprime tutto il suo gusto. Il sapore è secco, vivace, fresco ed asciutto, mentre il retrogusto è lievemente aromatico. La generosa struttura è intensa durante tutto l’assaggio, persistente.

 

Temperatura di servizio e bicchiere consigliato per degustare il Ribolla Gialla Doc

La temperatura di servizio indicata è compresa tra gli 8° e i 10° gradi centigradi. Si consiglia di servirlo in un bicchiere adatto a vini bianchi, ad esempio il classico bicchiere a tulipano.

Lo trovi nella nostra enoteca on line negozio del vino, dove sono selezionati per fasce di prezzo e per tipologia, oltre che per regione e cantina di produzione, tutte di prima qualità, raffinate e che rispettano la tradizione locale in cui operano.

 

Abbinamenti consigliati con il Ribolla Gialla Doc

Il Ribolla Gialla DOC è ideale sia come aperitivo che come vino da tutto pasto. Questo eccellente prodotto friulano si adatta a una grande varietà di pietanze come, ad esempio, antipasti di pesce o a base di salumi, crudité, crostacei, ostriche, salmone affumicato, molluschi e pesce al forno o al cartoccio. Il ribolla Giallo DOC inoltre è inoltre indicato per accompagnare piatti a base di carni bianche non troppo elaborati, ricette con funghi, ma anche zuppe, vellutate e creme di verdure, verdure in pastella e fritture leggere. Da provare è anche l’accostamento con i formaggi saporiti, le grigliate ed i risotti.