Hai scelto
Modifica le tue scelte
Carta dei vini

Il vino rosso Valpolicella Classico, a Denominazione di Origine Controllata (DOC), viene prodotto in Veneto, nella Provincia di Verona, all’interno di un ristrettissimo territorio che comprende 5 dei 19 comuni della Valpolicella. La denominazione DOC gli è stata conferita già dal 1968 con specifico Decreto del Presidente della Repubblica Italiana.

 

Il territorio dove vengono coltivate le viti dalle quali si ricava questo fantastico vino rosso, ricadono in una ristretta porzione di suolo che si sviluppa prevalentemente a Nord -  Ovest rispetto al Capoluogo Verona, ed intercetta un suolo di alte colline, che precedono la catena montuosa delle Prealpi Veronesi. Numerosi sono i piccoli e piccolissimi corsi d’acqua che solcano longitudinalmente tutta la vallata, sino a raggiungere il grande fiume Adige che caratterizza questo fantastico territorio. Altro elemento di pregio della Valpolicella è rappresentato dalle presenze architettoniche. Tra le colline argillose che si contraddistinguono per avere un terreno chiaro, quasi giallo, sorgono fantastiche ville venete di grande pregio, dove non mancano colonne, porticati e capitelli che ne arricchiscono maggiormente le lavorazioni delle facciate. Non mancano Chiesette, Pievi, chiostri e Corti nobili e soprattutto rurali che valorizzano il territorio con testimonianze storiche e che, ancora oggi, vengono utilizzate per la coltivazione dei vigneti e di altre colture tipiche della regione. Per questo sono state rinvenute testimonianze risalenti all’età romana e pre-romana che indicano nell’area del valpolicella classico, la produzione di un vino rosso denominato “Retico”, ad esclusiva coltivazione e produzione di due soli popoli locali, i Reti e gli Arusnati, che rispettivamente si spartivano la vallata a sud e a nord. Inoltre, grazie alle testimonianze di importanti scrittori come Plinio, Virgilio, Marziale e Svetonio; si sa che questo pregiatissimo vino era anche servito alla corte dell’imperatore.

 

All’interno del territorio della Valpolicella, terra di vini veneti e soprattutto veronesi, vengono prodotti tantissimi altri vini come ad esempio “l’Amarone della Valpolicella”, il “Valpolicella Ripasso”, che prevede dopo la fermentazione un ulteriore passaggio tra le vinacce residue che gli conferiscono ulteriore grado alcolico e struttura e infine, il “Recioto di Valpolicella” che invece è caratterizzato da colore e profumi intensi e il Bardolino. Tutti acquistabili sulla nostra enoteca on linee negozio del vino.it.

 

Il Valpolicella Classico DOC nasce da uve di differenti vitigni che, tassativamente, sorgono all’interno della stessa area geografica e che consentono di essere miscelate seguendo precise percentuali.

 

L’uva “Molinara” presente per il 5-25%. La Molinara è un uva che per colore, forma e aspetto (ricoperta di polvere) ricorda la prugna (Pruinosa); restituisce un vino di colore rosato, simile al Cerasuolo d’Abruzzo, ma più delicato, di medio corpo e principalmente adatto ad essere vinificato assieme ad altri vitigni.

 

La Corvina veronese (Cruina o Corvina) presente per il 40-70%. È un uva di colore blu- viola scuro, resistente alle temperature invernali e produce un vino rosso rubino intenso, ricco di sapori e odori che richiamano le caratteristiche del terreno di alta collina da cui proviene strutturato da un buon grado alcolico.  

 

La Rondinella presente in una percentuale di circa 20-40% è invece un uva scura tendente al colore blu violaceo, con poca protezione pruinosa e per questo lucida e soda al tatto. Vinificato in purezza, restituisce un vino che ha colore rosso intenso, rubino, mediamente alcolico e con bassissima sensazione di tannati, dal profumo leggero e gentile ma intenso allo stesso tempo. Adatto ad essere mescolato con altre uve.

 

Anche se in piccolissime percentuali nella vinificazione del Valpolicella Classico possono concorrere uve provenienti dai vitigni Rossignola, Negrara, Trentina, Barbera e Sangiovese, da sole o congiuntamente fino a un massimo del 5% in quanto vitigni autorizzati in provincia di Verona.

 

Il Valpolicella Classico, è un vino Veneto di gran pregio, si presenta di colore rosso rubino carico e intenso (ciliegie mature), pastoso e difficilmente attraversabile dalla luce.

 

Il suo profumo è gradevole, fortemente vinoso e che quindi richiama l’odore della cantini in cui sta fermentando il mosto, apprezzabile soprattutto da giovane, e che richiama l’odore e il sapore delle mandorle amare.

 

Al palato restituisce un sapore asciutto e vellutato, corposo e tendente all’amarognolo, comunque armonico e di medio – basso grado alcolico (11/12,50 gradi).

Il valpolicella classico, infatti, per potersi onorare della qualifica di “Valpolicella superiore” deve essere immesso nel mercato al consumo con una gradazione non inferiore ai 12 gradi alcolici e ad un periodo minimo di invecchiamento nelle zone di produzione di un anno a partire dal gennaio successivo alla produzione.

 

Il Valpolicella classico va servito tassativamente alla temperatura di 18° centigradi, in calice ampio e basso. A seconda del grado di maturazione del vino è necessaria una diversa tempistica di decantazione che varia da 1 per quelli più giovani a 3 ore per i più invecchiati e per il superiore. La maturazione ottimale di questo vino è mediamente di 2 anni ma può salire per le varianti di valpolicella superiore.

 

Gli accostamenti culinari di eccellenza per il Valpolicella classico DOC sono quelli con le carni bianche e i formaggi, oltre ai bolliti di carne rossa. Tuttavia anche se con una leggera flessione verso il basso sul piano della raffinatezza il Valpolicella classico può anche essere abbinato ad altri piatti, anche più strutturati e carichi. La varietà del vino rosso “Valpolicella superiore” invece deve essere abbinata a piatti di selvaggina e arrosti.

 

Le produzioni migliori appartengono alle annate: ’83; ’88; ’90; ’95; ’97; ’98; ‘’06; ‘’08. Tutte acquistabili dal catalogo della nostra enoteca on line: negoziodelvino.it e, se non trovi quella che cerchi non esitare a contattarci telefonicamente.