Hai scelto
Modifica le tue scelte
offerte e novità
Carta dei vini

Vini Rosso di Montalcino

Descrizione generale di vino e territorio del Rosso di Montacino Doc

La produzione di un vino rosso giovane, oltre a quella del Brunello, è presente da molto tempo sul territorio di Montalcino. Nella seconda parte del XIX secolo esisteva la produzione di un vino definito come “Rosso”. Nell’ambito della Mostra dei Vini Tipici Senesi tenutesi a Siena nel 1932, 1933 e 1935, furono presentati dei vini “Rosso” provenienti da Montalcino. Negli anni intorno al 1960 si pensò di inquadrare questo vino nell’ambito di una DOC e la prima idea fu di designare questo vino come “Rosso dai Vigneti di Brunello”. Successivamente il vino è stato designato come “Rosso di Montalcino”.

Il Rosso di Montalcino è apprezzato per la sua fragranza e freschezza, data dagli aromi primari fruttati della stagione estiva, provenienti dall'uva che cresce su questo territorio e dagli aromi secondari originati nel corso dalla fermentazione.

Questo fantastico vino Rosso Toscano, intercetta l’apprezzamento di una ampia fascia di consumatori, perché è di facile abbinamento ed ha caratteristiche di versatilità. E' infatti possibile trovare, a seconda delle cantine e delle caratteristiche geologiche del suolo in cui sorgono le vigne, del Rosso giovane oppure del Rosso più strutturato e complesso. Le uve destinate alla produzione del “Rosso di Montalcino” devono essere prodotte all'interno del territorio amministrativo del comune di Montalcino in provincia di Siena, come specificato nel rigido disciplinare di produzione.

Le uve con le quali si produce il vino Toscano Rosso di Montalcino

Il vino DOC “Rosso di Montalcino” deve essere ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti composti nell’ambito aziendale esclusivamente dal vitigno “Sangiovese” che a Montalcino seguendo le antiche tradizioni, in pieno rispetto degli antenati vinificatori, che hanno caratterizzato culturalmente questa porzione di toscana è denominato, “Brunello”.

Il vitigno Sangiovese “Brunello” ha specifiche caratteristiche varietali che vedono una foglia di medie dimensioni, di forma pentalobata, e di colore verde chiaro. Il Grappolo è anch’esso di medie dimensioni, compatto in quanto a consistenza e di forma generale cilindrica che tende all’alato quado è presente l’ala nella parte superiore. L’acino è di grandezza media tendente al grande nei rami più esposti, di forma ovoidale e regolare. La buccia è di colore nero – violaceo e ricca di pruina ma non molto spessa anche se resistente.

Le principali caratteristiche di produzione evidenziano che il Brunello, come il Sangiovese è un vitigno vigoroso a germogliamento medio. Per questo l’allevamento e la tecnica di coltura devono tenere conto della predilezione da parte del vitigno, della presenza di terreni collinari di media o scarsa fertilità, con prevalenza di sedimenti argillosi o argilloso – calcarei con abbondante scheletro. Tendenzialmente asciutti soprattutto in fase di maturazione. La tecnica di allevamento specifica in considerazione di queste caratteristiche è quella del cordone speronato, con potatura frequente o abbondante.

Analisi del vino Rosso di Montalcino

All’esame visivo questo speciale vino rosso di toscana con denominazione di origine controllata “Rosso di Montalcino DOC” si presenta con un colore rosso rubino intenso. Il riflesso verso l’analisi sensoriale dell’olfatto evidenzia un odore fortemente caratteristico ed intenso. Al gusto il sapore risulta asciutto, caldo, un poco tannico, vellutato e intenso, persistente a lungo.

Vieni a trovare sul nostro sito web negozio del vino tutti i vini di Toscana. La nostra enoteca online dispone di ottimi vini sclti, provenienti da piccole cantine, rinomati, prestigiosi e di grande pregio offerti ad ottimo prezzo.

Abbinamenti consigliati con questo vino rosso Toscano

Le sue caratteristiche sono esaltate dai piatti tipici della cucina toscana dal gusto schietto e deciso ma, ugualmente, potrà accompagnare, valorizzandole, le più diverse proposte della cucina internazionale. Si abbina a piatti di media struttura, quali primi di pasta con sugo di carne, di pollame, di funghi o tartufi, risotti compositi; secondi preparati con carni di maiale o vitello salsato.

La temperatura di servizio è compresa tra 16° e 18° gradi centigradi, la decantazione può essere breve, max 1 ora e il bicchiere adatto è il ballon per vini rossi, ampio e che facilita lo sprigiornarsi dei profumi.