Prunotto

L’azienda Prunotto si trova ad Alba, il centro più importante delle Langhe, equidistante da Barbaresco e Barolo, sulla riva destra del fiume Tanaro, su una morbida pianura circondata dai vigneti delle Langhe e del Roero. È immersa in un paesaggio che seduce per la naturalezza delle colline che si alternano con le piccole valli degradanti in filari a giro poggio.

Il territorio dove si trova la Tenuta Prunotto è affascinante e coinvolgente non solo per gli scenari naturali, i colori ed i "silenzi" che offre, ma anche per le testimonianze storiche e le tradizioni che lo caratterizzano. Alba stessa conserva palazzi barocchi, rinascimentali ed una serie di torri medievali che furono costruite dalle famiglie nobili della città. Tutta la zona, con i suoi castelli e borghi medievali, conserva un patrimonio artistico ed architettonico tra i più importanti e peculiari della regione del Piemonte.

La famiglia Antinori, conquistata da un simile contesto, dotato di vigneti e terreni così particolari, decide di confrontarsi con questo terroir con la convinzione di iniziare un cammino che avrebbe portato la Prunotto ad essere oggi una delle aziende più significative nel panorama della produzione vinicola piemontese. L'azienda, infatti, per un totale di circa 50 ettari, possiede vigneti nelle migliori zone vinicole del Piemonte ed ha una struttura produttiva provvista delle più moderne tecnologie al fine di garantire la massima qualità dei vini e contribuire a consolidarne la posizione nel panorama nazionale ed internazionale.

Le cantine

Adiacente alla storica sede del 1970, progettata dell'Architetto Della Piana, nel 1999 viene realizzata una nuova cantina destinata alla vinificazione ed allo stoccaggio dei vini. Tale investimento è fondamentale per garantire l'ampliamento e quindi il miglioramento degli spazi destinati al ciclo di lavorazione delle uve. Si tratta di una struttura termo condizionata che consente di mantenere una temperatura costante durante tutto l'anno in modo da ottimizzare la conservazione dei vini.

Dopo l'introduzione delle Barriques (225 l), le vecchie botti di rovere di Slavonia di grande capacità (100 hl) vengono completamente sostituite nel 2000, con delle botti di rovere francese di dimensioni più contenute (50-75 hl), maggiormente adatte per valorizzare le potenzialità dei singoli vini. Nel corso degli anni inoltre vengono sostituite anche le vecchie vasche in cemento con serbatoi in acciaio inox, che garantiscono la massima tutela degli aromi e dei profumi del vino. Anche i nuovi vinificatori verticali sono in acciaio e con delle dimensioni in altezza abbastanza contenute a favore di un diametro maggiore in modo da aiutare il contatto e quindi l'estrazione dalle bucce al mosto/vino in fermentazione.

La linea di imbottigliamento viene rinnovata rispetto al passato, utilizzando macchine con una tecnologia avanzata che tutela il vino, proteggendolo dalla possibile ossigenazione (negativa in questa fase); altresì il macchinario che serve per tappare le bottiglie è dal punto di vista tecnico molto evoluto e garantisce la massima affidabilità della chiusura delle bottiglie stesse.

Enologo:
Gianluca Torrengo
Regione:
Piemonte
Anno di fondazione:
1904
Vini prodotti:
Barolo, Barolo Riserva, Barbera, Nebbiolo, Roero Arneis, Moscato
Bottiglie totali prodotte:
880000
Ettari vigne:
55 ha
Indirizzo:
Alba 12051 - Corso Barolo, 14
Vini della cantina Prunotto