Salvano

Cantine Salvano

Le cantine Salvano fanno risalire le proprie origini agli anni 30 iniziando la produzione vinicola nella cascina Grillo nel cuore delle Langhe tra le vigne di Diano D’Alba in Piemonte.

L’azienda Salvano vini ha subìto da allora grandi trasformazioni e apportato notevoli innovazioni ma ha saputo mantenere intatta e viva la tradizione vinicola legata alle colline selvagge delle Langhe esaltando quei sapori e i profumi inscindibili dal territorio.

Dalla cantina Salvano vengono prodotti alcuni dei vini rossi italiani più rinomati nel panorama vinicolo, come il Dolcetto Diano d'Alba, dal gusto intenso e rotondo, oppure il Nebbiolo d'Alba, un rosso rubino dal retrogusto vanigliato.

Che dire poi del vino Barolo tipico che l'azienda Salvano conserva per due anni in botti di barrique di rovere, dove acquisisce definitivamente il suo sapore inimitabile.

Non solo vini rossi nella produzione Salvano vini, infatti tra le bottiglie della cantina si possono apprezzare alcune delle migliori grappe italiane, un distillato invecchiato al punto giusto per rendere memorabili le serate in compagnia.

Oggi i vini Salvano sono conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo, ottengono premi e riconoscimenti che gratificano in tal modo l’amore e l’impegno profuso per creare un prodotto di alta qualità.

Proprietario:
Famiglia Sobrero e Agnello Luciana
Enologo:
Sobrero Massimo e Sobrero Alessio
Regione:
Piemonte
Anno di fondazione:
1982
Vini prodotti:
Dolcetto d'Alba, Barbera d'Alba, Nebbiolo d'Alba, Barolo, Barolo Riserva, Barbaresco, Langhe Chardonay, Roero Arneis, Gavi e Moscato d'Asti
Bottiglie totali prodotte:
700000
Indirizzo:
Diano d'Alba (Cn) Italy, via Cane Guido 1
Sito web:
www.salvano.com

Intervista al produttore

Quali sono i progetti futuri della vostra cantina?

In questi ultimi anni il mercato italiano è diventato molto più difficile, quindi da alcuni anni ci siamo orientati con maggiore attenzione verso i mercati esteri in particolare quelli orientali la Cina nello specifico. Un mercato enorme che ci sta dando grandissime soddisfazioni. I nostri progetti futuri, ma all’ordine del giorno quotidianamente, sono quindi duplici. Da una parte contrastare le difficoltà in Italia e mantenere la nostra forza, dall’altra una ricerca continua di nuovi mercati in giro per il Mondo.


Per voi quanto è importante accrescere sempre di più la qualità dei vini da voi prodotti?

La qualità è alla base per tutto il vino italiano, se poi si è produttori in un territorio come quello delle Langhe diventa un dovere.  Chiaramente per ottenere vini di alta qualità il lavoro degli enologi è solo una parte, il vino si fa in vigna, quindi la nostra continua ricerca di qualità parte proprio dai vigneti di proprietà e da quelli dei conferenti che ormai da 20 anni sono nostri partner.

 

Se dovessi convincere un cliente ad acquistare un vostro vino cosa gli diresti?

Molto difficile dare una risposta. Dipende da troppe cose, certamente cercherei di capire quello che lui sta cercando, se è uno sperimentatore o un tradizionalista, se ricerca qualcosa di giovane o di invecchiato. Personalmente credo che il miglior vino sia quello che incontra i gusti di chi lo beve, non importa il costo, il grado alcolico, la quantità di zucchero residuo… il vino è un piacere!


Cosa è la cosa che preferisci del tuo lavoro? e qual è la cosa che meno ti piace?

La mia è una passione, quindi la passione non è mai pesante. Ciò che mi piace di meno è esser imprenditore in un Paese in cui gli oneri superano di molto gli onori. Sicuramente  uno dei fattori che danno più soddisfazione è pensare che il nostro vino possa essere consumato ed apprezzato da qualsiasi tipo di persona e in qualsiasi occasione dalla più seria alla più “ludica”. I feedback positivi del consumatore finale sono sicuramente le soddisfazioni più grandi.

 
Ti telefona il primo ministro e ti chiede un tuo vino per una cena molto importante, che vino gli consiglieresti e perchè?

Visto la cena particolarmente importante consiglierei un Barolo riserva abbinato ad un arrosto di manzo. In questo accoppiamento enogastronomico possiamo trovare la tipica essenza della nostra zona.


Se dovessi dare una consiglio a tutte le cantine della tua zona di produzione cosa gli diresti? 

Gli direi che l’unione fa la forza, gli direi di guardare oltre ai propri confini, gli direi di smetterla di criticare altri produttori come ad esempio quelli francesi, ma piuttosto di imparare dalla loro lungimiranza, gli direi che il viaggiare per il mondo li aiuterebbe ad avere mentalità più aperte. Dall’altro lato di rimanere assolutamente ancorati al territorio e valorizzare il prodotto della terra in tutti i modi. Dobbiamo condividere con più persone possibili la fortuna di esser in uno dei posti più belli ed interessanti del mondo.



Negli ultimi anni il mercato web è in forte espansione, le enoteche online si stanno sempre più facendo strada; come vedete questa novità di mercato?

Personalmente sono un fruitore del web a 360°, credo che sia il futuro, ci sono paesi che sono molto più avanti di noi sulla vendita online, ma allo stesso tempo credo che anche l’Italia arriverà presto a ottimi traguardi.


Come mai avete deciso di affidare la vendita di vini online all'enoteca Negoziodelvino?

La scelta è derivata prima di tutto dalla stima verso il progetto. E’ molto difficile per noi essendo alle prime armi riguardo la vendita online, decidere un partner che sfrutti i canali giusti per raggiungere il consumatore finale. Non abbiamo esitato ad accettare.

 

Qual'è il vino che vuoi consigliare ai clienti online di Negoziodelvino e perché lo consigli?

Se proprio devo sceglierne uno opterei per il nostro FOSCO. Lo consiglierei a tutti per vari aspetti. Prima di tutto perché è qualcosa di esclusivo della Cantina Salvano. Inoltre è assolutamente tipico del nostro paesino Diano d’Alba prodotto con il 100% di uve Dolcetto delle vigne del solo comune. Un vino facile da bere ma che si porta dietro tutta la tipicità propria della nostra azienda. Possiamo definirlo quindi  il nostro biglietto da visita formato bottiglia.

Vini della cantina Salvano