Castello di Spessa

Il Castello di Spessa è un luogo storico e al tempo stesso misterioso: non sono ben chiare le sue origini, che alcuni fanno risalire all’Impero romano, e la sua storia ha ben poche testimonianze fino all’anno 1200, anno a cui risalgono le prime fonti scritte. Tra i tanti nobili e personalità collegate al Castello, spicca il nome di Giacomo Casanova che già al tempo spese parole preziose sui vigneti e sui vini del castello. All’interno del Castello di Spessa si trova la cantina più antica del Collio Goriziano, cantina unica costruita su due livelli: il primo livello, che secondo alcune testimonianze risale al ‘200, viene usato principalmente per la maturazione e per le visite guidate e le degustazioni; il secondo livello invece è costituito da un ex-bunker militare italiano risalente al 1939 e si trova a 15 metri di profondità dove, grazie alla costante temperatura di quattordici gradi, si instaurano le condizioni ottimali per l’affinamento dei rossi Cru del castello e della Grappa Riserva Conte Ludovico che viene lasciata invecchiare per più di 20 anni. La tenuta del Castello di Spessa può contare su 30 ettari dove le viti beneficiano di un clima di un clima favorevole, rendendo l’uva dei vigneti del Castello di altissima qualità. La vendemmia è effettuata esclusivamente a mano e la vinificazione ha l’obiettivo principale di creare vini di qualità e soprattutto estremamente longevi.

Vini della cantina Castello di Spessa