BARBI

Poche altre cantine italiane si possono identificare con un territorio e con la sua storia come la Fattoria dei Barbi a Montalcino. Una realtà speciale, da sempre custode della tradizione e al tempo stesso pioniera e attenta alle migliori innovazioni. Basti pensare che è stata la prima cantina ad esportare Brunello in Francia e negli Stati Uniti, nel il 1817 e nel 1962, o la prima a vinificare uno di quei rossi che successivamente sarebbero stati identificati come “Super Tuscan”, il Brusco dei Barbi nel 1969.

Non è un caso che da sempre la filosofia della famiglia Colombini e della Fattoria dei Barbi è conoscere e studiare la tecnologia più innovativa e sposarla alla migliore tradizione, per migliorare tutto ciò che viene prodotto senza alterarne mai la tipicità.

Oggi la Fattoria dei Barbi si estende per 306 ettari tra Montalcino e Scansano, di cui 66 a vigneto, per una produzione di Brunello di Montalcino che sfiora le 200.000 bottiglie. Rossi di assoluto valore, capaci di raccontare quelle che sono le migliori caratteristiche della denominazione grazie a una complessità, un’eleganza e una longevità con pochi eguali. Il Brunello di Montalcino, il Brunello di Montalcino Riserva, il Brunello di Montalcino “Vigna del Fiore”: vini che col passare dei decenni si sono imposti come etichette simbolo di Montalcino.

Enologo:
Salvi Paolo
Regione:
Toscana
Anno di fondazione:
1790
Vini prodotti:
Brunello di Montalcino DOCG, Brunello di Montalcino Riserva DOCG, Morellino di Scanscano DOCG, Rosso di Montalcino DOC, Chianti DOC, Chinti Classico DOC, Vin Santo DOCG
Bottiglie totali prodotte:
600000
Ettari vigne:
75 ha
Indirizzo:
Montalcino (SI), Località Pordernovi, 170

Intervista al produttore

Not so many Italian wineries can compete with Barbi farm of Montalcino, due to its identification with the territories and its history. It is a special reality that always preserved the tradition but that at the same time experimented new things, supporting innovation. It is enough to think that this one was the first winery that exported Brunello in France (1817) or in the US (1962), or the first one that produced in 1969 a red wine would become a “Super Tuscan”, the famous Brusco dei Barbi.

It isn’t casual that the philosophy of Colombini family has always been: study and know the most innovating technology and adapt it to the best tradition, in order to optimize the production without modifying the typical features.

Barbi farm is extended for 306 hectares between Montalcino and Scansano. 66 hectares are dedicated to vineyards, for a production of Brunello di Montalcino that touches 200.000 bottles. Prestigious red wines that are able to express the best characteristics of the denomination. Brunello di Montalcino, Brunello di Montalcino Riserva, Brunello di Montalcino “Vigna del Fiore” became through the years the main expression of Montalcino.

Vini della cantina BARBI