Hai scelto
Modifica le tue scelte
offerte e novità
cantina

Sorge in Puglia, dove la viticoltura è storia e al tempo stesso innovazione. La tenuta Tormaresca è l’espressione di queste due anime. Carattere, personalità e potenziale qualitativo sono le caratteristiche che il territorio pugliese trasmette alle varietà, indigene e non, che vengono coltivate sui territori aziendali.

Proprio per questo che sono iniziati nel 1998 gli investimenti in Puglia della famiglia Antinori che ha ritenuto questa regione tra le più promettenti in Italia per la produzione di vini di qualità, dotati di forte identità territoriale. Tormaresca possiede due tenute situate nelle aree più vocate alla produzione di vini di qualità. Nel cuore della D.O.C. di Castel del Monte e nella zona dell’alto Salento.

Tenuta Bocca di Lupo

La tenuta Bocca di Lupo è situata ad un’altezza di 250 metri sul livello del mare nel cuore della selvaggia Murgia barese, nei pressi di Minervino Murge, in provincia di Bari. I terreni qui sono calcarei e poveri. Ottimi per ottenere vini rossi di qualità ed eccellenti bianchi. L’azienda ha una estensione di 130 ettari totalmente vitati. I varietali che qui riescono ad esprimersi al meglio sono quelli di Chardonnay, Fiano, Aglianico, Nero di Troia, Cabernet Sauvignon e Moscato di Trani.

Masseria Maìme

Questa tenuta sorge in una delle zone più belle dell’Alto Salento, non lontano dalla cittadina di San Pietro Vernotico in provincia di Brindisi. L’azienda si estende per una superficie di circa 500 ettari di cui circa 250 vitati, 85 ad uliveto ed i restanti destinati a seminativo e bosco, sviluppandosi per circa 800 – 900 metri lineari lungo la costa, creando così un paesaggio unico di vigneti che nascono tra boschi e pinete e si perdono a vista d’occhio fino a confondersi con il mare. Qui i varietali sono quelli autoctoni e che da sempre la tradizione locale valorizza e preserva, all’insegna della qualità. Il Negroamaro, il Primitivo, lo Chardonnay e il Cabernet Sauvignon.