Anselmet

La storia della Famiglia Anselmet è intrecciata con la viticoltura sin dal XVI secolo, quando venne acquisita la prima vigna nel territorio di Introd, a ovest di Aosta. Da quel momento l'esistenza stessa della Famiglia Anselmet si è sempre basata sull'amore per la terra e i per i filari, con il tramandarsi dei saperi acquisiti di generazione in generazione. Negli anni quindi si è passati da una produzione finalizzata al consumo familiare o come merce di scambio fino alla produzione su larga scala, sempre prediligendo la qualità alla quantità: è nel 1978 che Renato Anselmet produce le prime 70 bottiglie e acquisisce nuovi terreni, diventando anche presidente dell'Associazione Viticoltori di Villeneuve. L'azienda oggi è nelle mani del figlio Giorgio che porta avanti la tradizione di famiglia grazie ad una passione innata ma anche grazie agli insegnamenti di Joseph Vaudan, docente all'Institut Agricol Régional. Fu proprio grazie a questo incontro illuminante che Giorgio iniziò a concepire il concetto di viticoltura sotto una luce diversa, pensando alla Valle d'Aosta come ad una regione con un grande potenziale dal punto di vista vitivinicolo, nella quale sperimentare anche le più moderne tecniche agronomiche. Grazie alla combinazione di questi elementi si arrivò quindi al recupero di vitigni autoctoni ormai dimenticati come Petit Rouge, Cornalin, Fumin, Mayolet e Muscat. L'Azienda Anselmet oggi vanta ben 10 ettari di vigneti suddivisi in piccoli appezzamenti tra Avise e Chambat.

Proprietario:
Anselmet
Enologo:
Anselmet Giorgio
Regione:
Valle d'Aosta
Anno di fondazione:
1970
Vini prodotti:
Chardonnay, Fumin, Pinot Noir, Syrah, Torrette, Petite Arvine
Bottiglie totali prodotte:
80000
Ettari vigne:
12 ha
Indirizzo:
Maison Anselmet - Villeneuve (AO) - Frazione Vereytaz, 30
Vini della cantina Anselmet