Tanca Gioia Carloforte UTABARKA

Cantina Tanca Gioia Carloforte

 

L’azienda vitivinicola Tanca Gioia, è situata a Carloforte, sull’isola di S.Pietro (Sardegna). Qui vengono prodotti i vini U-Tabarka.

Il paesaggio è caratterizzato da coste selvagge e frastagliate con un pittoresco lungomare ed un tripudio di colori e profumi tipici della macchia mediterranea.

L’azienda vitivinicola Tanca Gioia, unica sull’isola, nasce nel 2000 grazie al coraggio dei due fondatori che approfittando delle condizioni climatiche estremamente favorevoli e alla composizione del terreno di origine vulcanica decidono di coltivare nei vigneti dislocati su più livelli le uve autoctone e tradizionali della zona come il Vermentino di Sardegna, il Carignano, il Bovale (Bovaleddu), il Moscato di Sardegna ed il Nasco Aromatico.

L’azienda è particolarmente vocata per i grandi rossi, ma propone alcuni bianchi decisamente originali ed interessanti come il Perdigiournou (uvaggio vermentino, nasco e moscato) oppure il Vermentino in purezza Giancu.

Con il curioso nome “U-Tabarka” dato ai suoi vini, l’azienda vuole omaggiare la storia della propria terra: il nome deriva infatti da Tabarka, una località tunisina famosa come colonia di pescatori genovesi che nel 1738 dovettero abbandonarla, trasferendosi poi sull’isola di San Pietro.

Nacque così Carloforte che ancora oggi ci ricorda la Liguria: il dialetto molto simile al genovese più che al sardo e le costruzioni simili ai carruggi liguri.

Proprietario:
Carlo Perfetti e Umberto Zamaroni
Regione:
Sardegna
Anno di fondazione:
2000
Vini prodotti:
Isola dei Nuraghi, Carignano del Sulcis e Passito.
Bottiglie totali prodotte:
30000
Ettari vigne:
7 ha
Indirizzo:
Località Gioia (CT)
Sito web:
http://www.u-tabarka.com/

Intervista al produttore

Quali sono i progetti futuri della vostra cantina?

La stabilizzazione e lo sviluppo della clientela, migliorando la qualità e mantenendo i prezzi invariati. Ci sembra giusto che ognuno faccia la sua parte:

Per quanto riguarda i vini, stiamo studiando qualche idea nuova che in realtà è un’idea di un paio di millenni fa… Non possiamo dire altro per ora, seguiteci e lo scoprirete.

“Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere.” (Charles Baudelaire)

 

Per voi quanto è importante accrescere sempre di più la qualità dei vini da voi prodotti?

La ricerca della qualità estrema è la nostra preoccupazione costante: produciamo piccole quantità di vino, con una selezione altissima dei grappoli e vinificando allo stato dell’arte, con passione.

 

Se dovessi convincere un cliente ad acquistare un vostro vino cosa gli diresti?

Siamo una piccola cantina che produce esclusivamente vini da vitigni autoctoni, alcuni dei quali quasi scomparsi.

Siamo tra i pochi del mondo a coltivare su sabbia e quindi con piede franco: le viti sono senza portainnesto e questo porta a profumi incredibilmente persistenti.

Le nostre tecniche di coltivazione sono praticamente bio e la vinificazione è quasi sempre biodinamica.

Non facciamo uso di legno che serve in genere a mascherare difetti del vino e rende tutti i vini simili tra loro e quindi anonimi.

La nostra filosofia è la selezione e la qualità estrema: ogni bicchiere vi deve soddisfare, il vino è un piacere assoluto.

“La vita è troppo breve per bere vini mediocri” (Johann Wolfgang von Goethe).

 

Cosa è la cosa che preferisci del tuo lavoro? E qual è la cosa che meno ti piace?

Mi piacciono il lavoro di vigna e il lavoro in cantina, siamo su un’isola splendida. La cosa che mi piace meno è occuparmi di tutta la burocrazia legata al vino.

 

Ti telefona il primo ministro e ti chiede un tuo vino per una cena molto importante, che vino gli consiglieresti e perchè?

 Se mi dicesse che la cena è improntata con portate di carne gli consiglierei: Mallureddus alla campidanese (cioè con sugo di salsiccia, alla paesana) accompagnato dal nostro bovale Ciù Roussou: due prodotti della tradizione locale, hanno gusto spiccato pieno e voluttuoso.

Se mi dicesse che la cena è caratterizzata da portate di pesce consiglierei: Tonno alla Carlofortina (Arrosto di Tonno) che essendo un piatto di pesce molto deciso può essere accompagnato da un bianco di struttura come il nostro “Perdigiournou” oppure da un rosso elegante e non invasivo come il Carignano DOC “Roussou”.

 

Se dovessi dare una consiglio a tutte le cantine della tua zona di produzione cosa gli diresti? 

La quantità non sopperisce mai alla qualità, neanche nel vino.

 

Negli ultimi anni il mercato web è in forte espansione, le enoteche online si stanno sempre più facendo strada; come vedete questa novità di mercato?

Siamo molto positivi al riguardo: il nostro vino nasce su un’isola di un’isola, il web ci permette di essere ben rappresentati e ben introdotti presso tutti gli appassionati, anche in capo al mondo.

I nostri vini fanno il resto del lavoro…

 

Come mai avete deciso di affidare la vendita di vini online all'enoteca Negoziodelvino?

La grafica del sito e la chiarezza dei contenuti sono essenziali per un utile e piacevole navigazione.

 

Qual è il vino che vuoi consigliare ai clienti online di Negoziodelvino e perché lo consigli?

Consigliamo sicuramente il rosato di Carignano DOC “Flamingo”.

E’ un vino fresco, versatile perché si abbina ad ogni piatto, ottimo rapporto qualità/prezzo e soprattutto vi soddisferà ad ogni bicchiere.

Pensiamo sia il modo migliore per conoscerci, poi da cosa nasce cosa.

Vini della cantina Tanca Gioia Carloforte UTABARKA